Se non visualizzi correttamente il messaggio, guardalo nel tuo browser

 
FIAB ONLUS

Molti segnali incoraggianti per un'Italia sempre più in bici.  A partire dalle iniziative dei parlamentari "amici della bicicletta", con il convegno che si è tenuto il 25 febbraio a Montecitorio (e che, se avete 2 ore, potete rivedervi).
Tante le nuove iniziative a favore della mobilità nuova e della tutela delle utenze deboli della strada.
Noi di FIAB continuiamo a pedalare con fiducia, con tante proposte ed iniziative per una "città possibile" e a misura di "bimbimbici", per il bike-to-work, per la rete cicloturistica nazionale. E guardiamo con simpatia il moltiplicarsi di tante e tante iniziative "pedalanti", associative o individuali, a favore della bicicletta e della mobilità dolce.

Buone pedalate a tutti!
 

 

Torna la nuova fiaba della bicicletta con l’edizione 2016 di BIMBIMBICI

In attesa della tradizionale pedalata in famiglia di domenica 8 maggio in oltre 200 città d’Italia, la manifestazione nazionale promossa da FIAB prende il via con un ricco programma di iniziative a due ruote, che vede protagonisti bambini, ragazzi, famiglie e scuole. Il 21 marzo la Giornata Nazionale “Tutti a scuola a piedi o in bici”. Il Concorso Nazionale a premi “C'’era una volta… in bicicletta”.

 

La Giornata Nazionale delle Ferrovie NON Dimenticate diventa il Mese della Mobilità Dolce

Co.Mo.Do. torna a raccontare la mobilità dolce. Un mese intero dedicato ai sedimi dismessi e al lancio del turismo ferroviario. Convegno il 10 marzo a Roma alla Camera dei Deputati "Sul binario giusto, esperienze e regole per promuovere la mobilità dolce a piedi, in bicicletta e in treno nel paesaggio italiano"

 

Italia in Bici

Le iniziative del Parlamento e del Governo a favore della mobilità ciclistica. Incontro presso la Camera dei Deputati, giovedì 25 Febbraio, organizzato dall'Intergruppo parla-mentare Mobilità Nuova/mobilità Ciclistica e dalla Commissione Trasporti della Camera dei Deputati. Verso il primo piano nazionale per favorire l'uso della bicicletta in Italia. Potete vedere qui il Convegno.

 

Omicidio stradale e tutela dell'utente debole della strada

di Simone Morgana (Ufficio Legale FIAB). La Fiab non può che accogliere positivamente l'introduzione di questa norma. Un segnale importante dato dalle istituzioni rispetto al tema sensibile della sicurezza stradale. Il futuro che pensiamo non deve limitarsi solamente a punire con un intervento successivo, ma deve realizzare un sistema complesso di prevenzione.

 

Incentivazione chilometrica del Bike To Work. Istruzioni per l’uso.

Sono molte le domande che un’Amministrazione può porsi se decide di incentivare il Bike to work. L'Avv. Jacopo Michi, ufficio legale FIAB, avendo collaborato con il Comune di Massarosa alla redazione del primo bando sperimentale, fornisce alcune brevi indicazioni. Mario Andreozzi, di FIAB Versilia, ha predisposto inoltre una breve scheda sul "Modello Massarosa".

 

Ciclovie. La scelta del miglior itinerario per la rete ciclabile nazionale

Seminario tecnico - Cicl@tour 2015. Mappatura itinerari, classificazione ciclovie, valutazione di strade “a basso volume di traffico”, standard Eurovelo, recupero ferrovie in disuso e itinerari in fase di progettazione. Disponibili le slides delle relazioni.

 

Contromano, senzasenso

"Senso unico eccetto bici". Se l’assessore o il tecnico di turno dicono che non si può fare, nove volte su dieci significa che non vogliono farlo. Non è una questione di norme, ma di volontà politica e capacità progettuale, di coraggio nelle scelte e cultura della mobilità.
di Giancarlo Romanini per FO24ore

 

Noi che pedaliamo per una città possibile

Investire nella mobilità ciclistica è una scelta politica a favore di tutti i cittadini, moderna ed avanzata, come ha sottolineato il ministro Delrio. L’idea che sia una scelta per gli amanti delle due ruote è riduttivo e fuorviante, un grosso equivoco da combattere. A partire dalle associazioni e gruppi di cicloamatori, amici della bicicletta, salvaiciclisti, che dovrebbero sempre chiarire, bene e forte “non lavoriamo per noi, per i nostri accoliti ma per una città possibile”. di Stefano Gerosa

 

Una "Mila" vagante da Gemona a Lampedusa

Mila Brollo è una donna di 58 anni che attraverserà l’Italia (da sola) partendo da Gemona del Friuli dove risiede - ricorre fra l’altro il quarantesimo anniversario del terremoto - per arrivare a Lampedusa in sella a una bici a pedalata assistita. Mila non è una ciclista, non avrebbe potuto pensare a un viaggio così in sella a una bicicletta senza assistenza. Il viaggio di mila, che durerà circa due mesi, è patrocinato dalla FIAB che la seguirà anche per quanto riguarda le tappe e i percorsi.

 

Sei su FACEBOOK? Hai già messo "mi piace" nella pagina FIAB? Cosa aspetti?

Vuoi aiutarci a diffondere le nostre proposte pro-bicicletta? Segui il sito FIAB e condividi l'articolo del giorno su Facebook!

FIAB ONLUS

via Caviglia, 3
20139 - Milano MI

Ai sensi del D.Lgs. 196/2003, il contenuto di questa e-mail è rivolto unicamente alle persone cui è indirizzato, e può contenere informazioni di cui è tutelata la riservatezza. Sono vietati la riproduzione e l'uso di questa e-mail in mancanza di autorizzazione del destinatario. Se avete ricevuto questa e-mail per errore, vogliate cortesemente avvisarci per telefono o fax.

Per cancellarti dalla newsletter di FIAB ONLUS clicca qui