Se non visualizzi correttamente il messaggio, guardalo nel tuo browser

FIAB ONLUS

Messaggio del Presidente
Pacco dono per la salute dei bambini
Allarghiamo il cerchio

Il sito della FIAB, sempre aggiornato

 

Messaggio del Presidente

Abbiamo chiuso con il botto. Finalmente l'Unione Europea ha riconosciuto il valore economico, sociale e trasportistico di Eurovelo, la rete europea delle ciclovie, e questo grazie al lavoro di interlocuzione che abbiamo sviluppato nei confronti degli europarlamentari italiani. Non che abbiamo ottenuto tutto quello che abbiamo chiesto, tuttavia è indubbio che sono stati fatti notevoli passi avanti affinchè Eurovelo possa ottenere i finanziamenti che merita e svilupparsi secondi le linee guida che sono state da tempo definite. Ovviamente questo porterà dei benefici anche in Italia visto che ben tre rotte di EV transitano nel nostro paese per una estensione di circa 5 mila km.
Il ruolo e l'azione della FIAB è stata apprezzata dai vertici di ECF e portata ad esempio per altri paesi; è un riconoscimento che ci gratifica e che fa il paio con analoghi apprezzamenti arrivati sempre da ECF all'indomani della Conferenza dei Presidenti di Cremona.
 
Ma accanto a queste piccole e grandi soddisfazioni dobbiamo purtroppo registrare che nel nostro paese sono ancora molti, troppi gli incidenti che coinvolgono coloro che usano la bici, con conseguenze, talvolta, drammatiche. E a questi drammi non vogliamo abituarci. Il lavoro che abbiamo davanti è ancora tanto e l'impegno di tutti non deve venir meno. Nei prossimi mesi assisteremo ad una campagna elettorale sicuramente ardua, dove probabilmente i nostri temi faranno fatica ad entrare nelle agende politiche dei candidati, starà a noi riuscire  a scrivere su queste agende le nostre proposte, ad costringere i candidati a parlare di mobilità sostenibile, di sicurezza, di cambiamenti climatici e di tutti quei temi che così sapientemente abbiamo sviluppato nel nostro primo Congresso di Arezzo.  E' proprio in queste occasioni che dobbiamo essere consapevoli del nostro ruolo e delle nostre potenzialità, dobbiamo essere convinti della forza delle nostre idee e della qualità delle nostre elaborazioni, così come abbiamo dimostrato in occasione degli stati Generali di Reggio Emilia del settembre scorso, e questa forza deriva sicuramente dal riverbero delle associazioni locali ma anche dalla capacità di essere soggetto nazionale grazie alle scelte che tutti insieme abbiamo fatto. Non era facile e non era scontato ma è indubitabile che abbiamo fatto numerosi passi avanti, a partire dal raddoppio del numero dei soci rispetto al 2007, quasi 16 mila, per arrivare al tesseramento nazionale e alla nascita della rivista BC.
 
Cosa aspettarci per il 2013?
Sicuramente una classe politica più preparata, più vicina ai bisogni reali della gente; un governo che oltre ad affrontare le drammatiche emergenze sociali ed economiche si impegni a considerare la bicicletta come una risorsa e che su questo costruisca le nuove città, all'interno di un contesto ambientale più sano e vivibile. Una mobilità nuova recitava lo slogan degli stati generali  e quando lo abbiamo pensato ognuno di noi, in cuor suo,  pensava e sperava ad un paese nuovo. E noi lavoreremo per questo.
 
Auguri di Buon Natale e felice Anno Nuovo.
 
Antonio Dalla Venezia
 

Pacco dono per la salute dei bambini

Medici per l’ambiente (ISDE), Fondazione IRIS e FIAB, invitano a comperare un pacco dono per sostenere il progetto: “Alimentazione bio + bici = prevenzione primaria” che partirà nel 2013 per diffondere stili di vita adeguati per i bambini affinché possano crescere subendo meno danni da inquinamento.
Il progetto è destinato a mamme e bambini perché insieme prendano coscienza dell’importanza di salvaguardare l’ambiente in cui viviamo, imparino a difendere i beni comuni quali aria, acqua, terra, sapere, e a non inquinare anche adottando stili di vita rispettosi dell’ambiente e che aiutano a fare prevenzione primaria, ad ammalarsi di meno.
Per i soci FIAB vi è uno sconto 5% con pagamento con carta credito che evita la spesa del contrassegno.

Tutte le informazioni alla pagina: http://www.irisfondazione.org/progetto-la-salute-del-bambino/

 

Allarghiamo il cerchio

Programma AMICI di BC

Se sei già socio FIAB e abbonato puoi regalare un abbonamento alla rivista BC a solo 18 euro invece di 24!

Se poi gli amici a cui vuoi regalare l’abbonamento sono 10 puoi abbonarli ad un prezzo di favore di 15 euro (anziché 24) per ogni abbonato.

Da parte nostra, se lo gradite, potremo personalizzare l’etichetta indicandovi come i benefattori che hanno regalato l’abbonamento a BC.

Per la sottoscrizione degli abbonamenti, ecco poche semplici indicazioni su come procedere:

Vi chiediamo di disporre il versamento 18 euro per ogni abbonamento da regalare o di 150 euro per 10 abbonamenti tramite:
• bonifico bancario intestato a VistoSiStampi srl IBAN: IT 33 E 02008 01634 000101259885
• bollettino di C/C postale n° 8260339
• tramite paypal all'indirizzo www.rivistabc.com/abbonamenti

Successivamente di farci avere alla mail: abbonamenti@rivistabc.com, nomi e indirizzi dei beneficiari indicando anche il nome da inserire sull’etichetta come donatore. Così sarete ricordati tutto l’anno e non solo il giorno di Natale!

Non è finita qui: se avete un negozio o una ciclofficina e vuoi garantire ai tuoi clienti ancora più valore… diventa Centro Raccolta Abbonamenti BC! Allarghiamo il cerchio!

Contatta convenzioni@rivistabc.com per avere tutte le informazioni!

 

Visita spesso il sito FIAB, per pedalare informàti! 

Ogni giorno nuove notizie dall'Italia e dall'estero, informazioni sull campagne e sulla attività della FIAB, le news dalle associazioni locali, news dal web, collegamenti ai siti tematici fiab-scuola e fiab-areatecnica e molto altro. Per andare bene in bici, non basta pedalare, è necessario essere informati.

 

FIAB ONLUS

via Borsieri 4/E
20159 - Milano MI

http://www.fiab-onlus.it

Ai sensi del D.Lgs. 196/2003, il contenuto di questa e-mail è rivolto unicamente alle persone cui è indirizzato, e può contenere informazioni di cui è tutelata la riservatezza. Sono vietati la riproduzione e l'uso di questa e-mail in mancanza di autorizzazione del destinatario. Se avete ricevuto questa e-mail per errore, vogliate cortesemente avvisarci per telefono o fax.

Per cancellarti dalla newsletter di FIAB ONLUS clicca qui