Se non visualizzi correttamente il messaggio, guardalo nel tuo browser

FIAB ONLUS

Cicloraduno 2013 da non perdere. Iscrizioni fino al 12 giugno

Bicitalia Day 2013. La rete è servita!

30 e lode per l'Europa. La nostra firma per un passo avanti

Il sito FIAB. Tra i tuoi preferiti


 


Cicloraduno 2013 da non perdere. Iscrizioni fino al 12 giugno

Il Cicloraduno di quest’anno è particolarmente ricco di contenuti e di significati. Intanto ci muoveremo da una città all’altra attraversando alcune delle zone più belle della Pianura Padana, dal Po alla campagna lombarda ed Emiliana e fino alle colline appenniniche. Visiteremo, con le guide a disposizione, città d’arte millenarie che conservano tracce romane, medievali e rinascimentali: una massa incredibile di monumenti sacri e civili che uno non si aspetterebbe di vedere, quindi ancora più godibile.

Ogni giorno i partecipanti potranno scegliere percorsi di diverso grado di difficoltà, da quelli più semplici a quelli più impegnativi. E' possibile noleggiare le biciclette e per una maggiore comodità farsi trasportare i bagagli da un albergo all'altro.

Ma non finisce qui: grande spazio avrà la cultura, specialmente quella musicale. Attraverseremo le terre di Stradivari –con la possibilità di assistere ad un concerto offerto dal Comune- e quelle di Verdi. Attraverseremo anche le terre di Ligabue, il pittore (ma anche l’altro…) e i paesi che hanno ospitato le riprese dei film di Don Camillo e Peppone.

Poi, e scusate se è poco, gusteremo la buona cucina lombardo emiliana.

Infine, ricordiamo che arriveremo a Modena nel pieno del Festival del Cicloturismo, il primo del suo genere e domenica mattina avremo l’opportunità di inaugurare ufficialmente l’inizio dei lavori delle ciclovie che abbiamo deciso di finanziare con l’operazione di solidarietà Biciclette a Fiumi e di poter dire un giorno “Io c’ero”. Aggiungiamoci amici a iosa da tutta Italia e allegria quanto basta.

Le iscrizioni si chiudono il 12 giugno. Il programma dettagliato e la scheda di iscrizione online è sul sito www.cicloraduno.it 

Torna al sommario

 

Bicitalia Day 2013. La rete è servita!

Domenica 2 giugno, ma in molti casi anche il sabato precedente,  decine di associazioni della FIAB offriranno ai propri soci l’opportunità di pedalare lungo interessanti itinerari a carattere storico-culturale-naturalistico per promuovere BICITALIA, la rete ciclabile nazionale nata da un’idea-progetto della FIAB. 

Il progetto di rete Bicitalia, 17.000 Km di strade per le biciclette con itinerari nord-sud e est-ovest per pedalare da un capo all’altro dello Stivale, ha l’ambizione di mettere a sistema i migliori itinerari già esistenti con quelli di futura realizzazione.

Bicitalia si propone di colmare il ritardo del nostro Paese rispetto a numerosi Paesi europei che hanno fatto della rete ciclabile nazionale un bellissimo biglietto da visita per la sostenibilità, la riqualificazione paesaggistica e lo sviluppo del turismo in bicicletta. A tal proposito basti pensare al volano, anche in termini economici ed occupazionali, rappresentato dal recupero dagli oltre 5.000 km di ferrovie dismesse.

Torna al sommario

 

30 e lode per l'Europa. La nostra firma per un passo avanti

Il limite urbano dei 30 chilometri all'ora rappresenta un modo economico e popolare per aumentare la sicurezza, ridurre l'inquinamento e promuovere un modo di muoversi più intelligente. Esso porta a migliorare il flusso del traffico e a ridurre la congestione. Le persone possono muoversi senza paura.
Vogliamo raggiungere questi benefici per l'intera Unione europea. Qual è la nostra visione? I 30 km/h devono diventare il limite di velocità standard per villaggi, paesi e città, in cui le autorità locali avranno la possibilità di decidere sulle deroghe. Tutto ciò verrà consegnato all'agenda della Commissione europea. Vogliamo che la Commissione presenti una proposta per introdurre il limite di velocità di 30 km/h.
Stiamo organizzando una "Iniziativa dei cittadini europei", un nuovo, affascinante strumento  politico dell'Unione europea. Si tratta di uno sforzo enorme, poichè dovremo raccogliere più di 1 milione di firme entro un anno da almeno sette diversi Stati membri dell'UE. L'apporto dei cittadini italiani è importante perchè nel nostro paese c'è il maggior tasso di incidentalità europeo nelle aree urbane. E la metà delle vittime sono pedoni e ciclisti.

Puoi firmare da questo link: http://it.30kmh.eu/. Tieni a portata di mano la tua carta di identità perchè è necessario indicare il numero assieme alla propria adesione.

Torna al sommario

 

Il sito FIAB. Tra i tuoi preferiti.

E' sufficente andare in bici per essere cicloecologisti? Probabilmente sì, ma lo si è molto di più se si è anche informati! Il sito FIAB è straordinariamente utile per conoscere quello che si sta muovendo nel mondo della bicicletta urbana e del cicloturismo. Nel sito www.fiab-onlus.it ogni giorno notizie, interviste, video, comunicazioni dall'Italia e dal mondo. Vuoi dire la tua? Entra nel gruppo facebook di FIAB. Quasi 5.000 persone lo hanno già fatto così ricevono e commentano in tempo reale le ultime novità sulle nostre attività e sugli eventi che promuono l'uso della bici in tutta Italia. Stai pensando alla tua vacanza in bicicletta o cerchi l'albergo ideale che curi anche la tua bici oltre che il tuo soggiorno? Nei siti biciviaggi.it e albergabici.it trovi la risposta alle tue domande. Sei un addetto ai lavori? Da fiab-areatecnica.it puoi scaricare migliaia di documenti, presentazioni, articoli sugli strumenti tecnici a disposizione di progettisti e amministratori per migliorare le ciclabilità nel nostro paese. Sei un insegnante o un animatore? In fiab-scuola.org trovi progetti e indicazioni per l'educazione stradale e alla mobilità sostenibile dalle materne alle università.

Aggiungi FIAB ai preferiti, avrai una marcia in più.

Torna al sommario

FIAB ONLUS

via Borsieri 4/E
20159 - Milano MI

http://www.fiab-onlus.it

Ai sensi del D.Lgs. 196/2003, il contenuto di questa e-mail è rivolto unicamente alle persone cui è indirizzato, e può contenere informazioni di cui è tutelata la riservatezza. Sono vietati la riproduzione e l'uso di questa e-mail in mancanza di autorizzazione del destinatario. Se avete ricevuto questa e-mail per errore, vogliate cortesemente avvisarci per telefono o fax.

Per cancellarti dalla newsletter di FIAB ONLUS clicca qui